Nel 2022 nel mondo più bambini obesi che sottopeso, Oms

0

GINEVRA – Nel 2022 nel mondo ci saranno più bambini e adolescenti obesi che sottopeso, negli ultimi quaranta anni è decuplicato il numero dei ragazzi tra i 5 e i 19 anni con problemi di obesità. A rivelarlo l’Organizzazione mondiale della sanità in uno studio pubblicato su The Lancet e diffuso in occasione del “World Obesiti Day” che si sta celebrando oggi 11 ottobre.

Dati

Attraverso una ricerca sui dati di 130 milioni di persone con età superiore ai 5 anni e uno studio sui cambiamenti nell’indice di massa corporea di 1000 persone Oms ha rilevato che dal 1975 al 2016 il tasso di obesità è salito di dieci volte sia per i ragazzi che per le ragazze. Le ragazze sono passate da 5 milioni nel 1957 a 50 milioni nel 2016 e i ragazzi da 6 milioni a 74. In totale 124 milioni. I giovani con problemi di obesità nel 1975 erano l’1%: nel 2016 il 6% tra le ragazze e l’8% tra i ragazzi.

Numeri allarmanti, ancora di più se sommati ai 213 milioni di ragazzi fortemente sovrappeso o appena scesi sotto la soglia dell’obesità. Se tale andamento dovesse essere confermato nei prossimi anni, entro il 2022, ovvero entro soli cinque anni bambini e ragazzi obesi supereranno in quantità i coetanei moderatamente o gravemente sottopeso: nel 2016 75 milioni di ragazze e 117 milioni di ragazzi.

Tra le cause di questi aumenti le abitudini alimentari non adatte, cibi non salutari, marketing alimentare e prezzi di cibi sani e nutrienti troppo elevati e non accessibili a tutti. L’obesità è estremamente elevata in ogni parte del mondo, in Paesi di ogni reddito, ma i tassi sono in crescita in particolare nei Paesi medi e più poveri, ovvero in quei territori in cui sono maggiori anche le percentuali di ragazzi e bambini gravemente sottopeso. Dato che denuncia in quelle aree un forte squilibrio nelle abitudini alimentari generali, un bisogno di politiche e sostegno per instaurare un regime nutrizionale adeguato.

Così il primo degli autori dello studio Oms, il professor Majid Ezzati dell’Imperial’s School of Public Health: “La tendenza prevede una generazione di bambini e adolescenti che crescono obesi e a maggior rischio di malattie, come il diabete: abbiamo bisogno di metodi per rendere più disponibili cibo sano e nutriente a casa e a scuola, specialmente nelle famiglie povere e nelle comunità, regolamenti e tasse per proteggere i bambini dall’alimentazione non sana”.

Questo il piano sanitario Oms WHO Ending Childhood Obesity Implementation Plan.

#WorldObesityDay2017

La “Giornata mondiale sull’obesità” che si sta celebrando oggi è coordinata dalla World Obesity Federation che riunisce più di cinquanta realtà mondiali che si occupano di cura, ricerca e assistenza.

Tre le richieste, le azioni invocate dalla campagna 2017 per un approccio globale mirato: investire nelle cure, investire negli interventi precoci; investire nella prevenzione. Secondo i dati diffusi dalla campagna, entro il 2025 nel mondo potrebbero esserci 2,7 miliardi di persone che soffrono di sovrappeso o di obesità.

Info:
Oms studio crescita obesità negli ultimi 40 anni
World Obesity Day 2017

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento