Allergie ai pollini, asma da temporale, schede e info del Ministero

0

ROMA – Allergie ai pollini. Sono state pubblicate dal Ministero della Salute delle nuove schede con consigli per fronteggiare le allergie respiratorie, per fronteggiare le reazioni ai pollini, la sensibilità alla fioritura delle piante che in primavera è massima.

Le nuove schede sono state pubblicate nell’area informativa del sito del Ministero, La nostra salute. Descrizioni delle patologie frequenti, consigli sui comportamenti salutari, tenendo in ogni caso presente che le informazioni su “La nostra salute non sostituiscono in alcun modo i consigli, il parere, la visita, la prescrizione del medico”.

Quelle respiratorie sono le allergie più diffuse in Europa e nel Mondo e sono in crescita. Attualmente il 60% degli europei soffre di rinite allergica e il 5-12% di asma allergica. Le indicazioni pubblicate dal Ministero riguardano precauzioni generali, comportamenti utili in caso di allergia o di sospetta allergia.

Prima di riassumere le precauzioni, ricordiamo che “In presenza di sintomatologia che possa far sospettare un’allergia respiratoria, la prima cosa da fare è rivolgersi al medico curante e/o allo specialista per la corretta diagnosi e l’identificazione dell’allergene (o degli allergeni) a cui si è sensibilizzati, per stabilire un corretto programma preventivo-terapeutico da mettere in atto prima dell’inizio della stagione pollinica”.

Le precauzioni sono: consultare i calendari pollinici; come comportarsi nei periodi di pollinazione per quanto riguarda uscite all’aperto, campagna, aria condizionata, chiusura delle finestre nelle ore calde; i temporali.

All’asma da temporale è dedicata un’intera sezione. La thunderstorm-related asthma, il fenomeno forse legata al bioaerosolo, all’aumento della dispersione delle particelle allergeniche nelle prime fasi di un temporale, che possono causare epidemie asmatiche. E ciò aggravato anche dall’aumento dell’umidità che può incidere su ogni sintomo nasale e bronchiale.

“Le persone affette da allergopatia respiratoria da pollini evitino di stare all’aperto nelle fasi iniziali di un temporale e stiano in casa, o comunque in un luogo riparato, almeno durante la prima ora del temporale. Se ciò non è possibile è opportuno almeno evitare le inspirazioni profonde coprendo la bocca ed il naso con un fazzoletto”.

Evitare quindi se possibile di uscire durante un temporale, chiudere le finestre se si è in casa almeno per mezzora; se si è in strada entrare subito in luoghi chiusi o coprirsi immediatamente naso e bocca con un fazzoletto evitando respiri lunghi. Se la situazione lo richiedesse, non esitare nel ricorrere alla necessaria terapia antiasmatica, nel recarsi al Pronto Soccorso o chiamare il 118.

Info: Ministero Salute consigli utili contro le allergie ai pollini

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento