Tre tazzine di caffè riducono il rischio di cancro alla prostata, la ricerca

0

ROMA – Bere più di tre tazzine di caffè al giorno può ridurre il rischio di cancro alla prostata del 50%. A rivelarlo uno studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’IRCCS Istituto Neurologico Mediterraneo – NEUROMED di Pozzilli (IS), pubblicato sull’International Journal of Cancer.

La ricerca italiana ha osservato per quattro anni la salute di 7.000 uomini over 50 e contemporaneamente ha analizzato in vitro due linee di cancro prostatico umano e le reazioni antineoplastiche e antimetastatiche su di esse prodotte da concentrazioni di caffeina.

Per quanto riguarda l’indagine epidemiologica, ha mostrato come i consumatori abituali di più di tre tazzine di caffè di tipo italiano al giorno abbiano avuto un riduzione del 53% del rischio cancro alla prostata, con diagnosi di cancro rilevate tra i bassi consumatori di caffè. In vitro, si è mostrata una reazione significativa antiproliferativa e antimetastatica alla caffeina.

“Il nostro studio” – ha dichiarato Francesco Facchiano del Dipartimento di Oncologia e medicina molecolare dell’Iss – “indica che i consumatori abituali di caffè e che bevono più di 3 tazzine di caffè al giorno hanno minori probabilità di contrarre il tumore alla prostata; naturalmente, come in tutte le cose, vanno evitati gli eccessi che potrebbero avere effetti negativi di altro tipo”.

Info: Iss indagine consumo caffè e riduzione rischio cancro prostata 

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento