Oncochip per impiego di nuovi farmaci molecolari, ricerca ACC Genomic

0

ROMA – Un oncochip per individuare le alterazioni dei geni del cancro. Questo l’oggetto di un programma di ricerca chiamato ACC Genomic lanciato dal Ministero della Salute e dall’Alleanza contro il cancro, rete di ricerca oncologica italiana nata nel 2002 e che coinvolge il Ministero e sei centri di alto livello di cura e ricerca del cancro.

L’oncochip interverrà nella caratterizzazione delle alterazioni genomiche dei tumori nella routine clinica e avrà l’obiettivo di effettuare sequenziamenti rapidi e a larga scala con costi contenuti. Ciò potrà permettere l’ampliamento della capacità di applicazione delle nuove tecnologie sulle strategie terapeutiche dei singoli pazienti.

Lo studio partirà dal tumore al polmone e da qui verrà esteso alle altre neoplasie per le quali sarà necessaria una caratterizzazione molecolare.

Così il ministro della Salute Lorenzin: “Prima della medicina personalizzata c’è la ricerca personalizzata. Grazie a questa piattaforma avremo la possibilità di mettere a sistema i tumori di ogni singolo paziente, eseguire terapie mirate e garantire ai medici di utilizzare al meglio i farmaci innovativi. Andiamo verso il futuro, siamo nel futuro. In nessun Paese c’è un programma come questo. Siamo noi i primi, sostengo orgogliosamente, ad aver avviato un progetto come questo”.

Info: Ministero della Salute, oncochip per alterazioni genetiche dei tumori

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento