Giornata mondiale del donatore 2018, campagna #BThere del Cns

0

ROMA – Esserci per qualcun altro. Dona il sangue, condividi la vita. È stata lanciata oggi 14 giugno “Giornata mondiale del donatore” la nuova campagna di sensibilizzazione del Centro nazionale sangue – Istituto superiore di sanità che invita a donare, a essere consapevoli di quanto la donazione volontaria possa essere fondamentale per la vita di molti.

#BThere

La campagna riprende il tema della World Blood Donor Day 2018 Oms Be there for someone else. Give blood. Share life e attraverso video e social mostra testimonianze di donatori e pazienti. Per celebrare la donazione, la comunità dei donatori, la solidarietà e la condivisione sociale. Per l’importanza della donazione periodica nell’autosufficienza nazionale. Per l’importanza della disponibilità di sangue e prodotti derivati dal sangue nella cura, nella sopravvivenza di migliaia di persone.

La storia di Winner.

La trasfusione di sangue e emoderivati aiuta a salvare milioni di vite ogni anno. Può aiutare pazienti che soffrono di malattie potenzialmente mortali a vivere più a lungo e con una maggiore qualità della vita, e supporta procedure mediche e chirurgiche complesse. Ha anche un ruolo essenziale nella salute materna e infantile e durante la risposta alle emergenze per i disastri naturali e causati dall’uomo”.

La campagna è Cns-Iss in collaborazione con Civis, Cri, Fidas, Fratres.

Appello Ministro della Salute

Questo il messaggio del Ministro della Salute Giulia Grillo: “Oggi è la Giornata mondiale del donatore di sangue (World Blood Donor Day), promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità per ringraziare i donatori volontari e non remunerati. E’ un gesto di solidarietà che aiuta a salvare milioni di vite ogni anno, a fare interventi chirurgici complessi e a curare pazienti con malattie gravi e croniche. Come Ministro e come medico mi unisco a tutti coloro che oggi esprimono profonda gratitudine ai donatori italiani e alle loro associazioni. Allo stesso tempo lancio un appello perché questo atto di solidarietà sia pratica sempre più diffusa, routine. I donatori sono, infatti, sempre meno e la loro età media aumenta. Lavoriamo insieme, istituzioni e associazioni, con le scuole e con le università, per promuovere la donazione soprattutto tra i giovani. Perché donare il sangue è un grande regalo per chi lo riceve ma allo stesso tempo è un arricchimento per chi dona”.

Info: Centro nazionale sangue, #BThere

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Comments are closed.