Disposizioni urgenti per emergenza Covid, il decreto in Gazzetta

0

Approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 3 settembre 2020 n.62 il decreto legge con Disposizioni urgenti per far fronte a esigenze indifferibili connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

I provvedimenti sono raccolti dal Governo nel comunicato stampa del 3 settembre. Riassumiamo:

  • risorse da canoni di locazione a disposizione di Inail da utilizzare per adattamento e noleggio strutture temporanee per le scuole;
  • 25 milioni delle risorse per il rifinanziamento di interventi urgenti in materia di sicurezza per l’edilizia scolastica stanziate con il decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 a supporto degli enti locali per adeguamento spazi;
  • smart working e congedi speciali per i lavoratori in caso di figli minori di 14 anni in quarantena obbligatoria;
  • Regioni e Province autonome potranno utilizzare per il trasporto pubblico i fondi del decreto 14 agosto 2020, n. 104, relative all’incremento del sostegno al trasporto pubblico locale e al Fondo per l’esercizio delle funzioni degli enti locali.

Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.223 8 settembre 2020 il 8 settembre 2020, n. 111 Disposizioni urgenti per far fronte a indifferibili esigenze finanziarie e di sostegno per l’avvio dell’anno scolastico, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Trasporto pubblico e scolastico. Utilizzo di finanziamenti fino a 300 milioni di euro da le risorse dell’articolo 44, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 per “servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale, destinato anche a studenti, occorrenti per fronteggiare le esigenze trasportistiche conseguenti all’attuazione delle misure di contenimento”, “ove i predetti servizi nel periodo ante COVID abbiano avuto un riempimento superiore all’80% della capacità”. Le Regioni potranno attivare servizi aggiuntivi fino al 50% delle risorse.

Fino a 150 milioni per il trasporto scolastico comunale nel limite per ogni comune dle 30% sulle risorse risorse di cui all’articolo 39, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, nonché quelle attribuite dal decreto del Ministero dell’interno 24 luglio 2020.

Scuole. 3 milioni di euro per l’anno 2020 e 6 milioni di euro per l’anno 2021 per gli spazi scolastici. 10 milioni di euro per ciascun anno dal Miur per gli enti locali per l’adeguamento degli spazi.

Lavoro agile e congedo per figli in quarantena per motivi scolastici. Fino al 31 dicembre 2020. Lavoro agile possibile per un lavoratore dipendente per tutto o parte del periodo di quarantena di un figlio minore di 14 anni. Astensione dal lavoro possibile per uno dei genitori in maniera alternata “nelle sole ipotesi in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in modalita’ agile”. In questi casi indennità al 50% della retribuzione, contribuzione figurativa. Limite di spesa Inps 2020 1,5 milioni di euro.

“Per i giorni in cui un genitore fruisce di una delle misure di cui ai commi 1 o 2, ovvero svolge anche ad altro titolo l’attivita’ di lavoro in modalita’ agile o comunque non svolge alcuna attivita’ lavorativa, l’altro genitore non puo’ chiedere di fruire di alcuna delle predette misure”.

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Comments are closed.