Screening neonatali, 14 centri per la copertura nazionale, analisi Iss

0

ROMA – Quattordici centri screening con spettrometria di massa tandem, diciotto Regioni in linea con le previsioni della normativa. Questo quanto risultato dall’analisi compiuta dal’Istituto Superiore di Sanità – Centro di Coordinamento degli screening, sul livello di applicazione della legge sugli screening neonatali.

Secondo quanto comunicato dall’Istituto superiore di sanità attualmente i centri esistenti sono sufficienti per il fabbisogno nazionale. I quattordici centri dotati di spettrometria di massa tandem si trovano in dodici regioni e la copertura nazionale viene garantita da accordi interregionali. Ancora, sono diciotto le Regioni che hanno implementato la normativa e le restanti tre si stanno adeguando.

Angelo Del Favero, direttore generale dell’Istituto superiore di sanità: “L’organizzazione messa in piedi per l’applicazione di questa Legge ha funzionato come una vera e propria squadra a servizio della salute. La collaborazione preziosa delle Regioni ha reso possibile una mappatura di tutte le strutture necessarie per poter operare in sinergia anche a livello interregionale e applicare efficacemente la Legge in tutto il Paese”.

L’analisi del livello di attuazione della legge è stata realizzata dai dati raccolti dal Centro nazionale malattie rare, braccio operativo del Centro di coordinamento degli screening.

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento