Molinette Torino, trapianto di rene su paziente sveglio

0

TORINO – Trapianto di rene su paziente sveglio affetto da Sindrome di Prune-Belly. L’intervento è stato effettuato all’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, su un uomo di 40 anni.

La Sindrome di Prune-Belly è una malattia congenita rara che può avere conseguenze come assenza di muscoli addominali, malattia renale cronica ingravescente, anomalie delle vie urinarie e che può comportare al tempo stesso casi di pectus excavatum, una malformazione del disegno toracico che causa insufficienze respiratorie.

È stato questo il caso del paziente quarantenne sottoposto a trapianto di rene a Torino ed è stata tale condizione a rendere impossibile un’anestesia totale e indurre i medici ad affidarsi a un’anestesia con paziente sveglio. Un’anestesia combinata peridurale e spinale.

“L’insufficienza renale cronica porta alla necessità di dialisi ed alla valutazione della fattibilità di un trapianto di rene, che si presenta come un’ardua sfida dal punto di vista chirurgico in considerazione del quadro addominale ed urologico. In questo caso si è aggiunta la presenza di “pectus excavatum” con un’insufficienza respiratoria di tipo restrittivo, che ha reso impossibile effettuare un’anestesia generale e pertanto ha escluso la possibilità di effettuare un trapianto renale in modo tradizionale”.

L’intervento è durato cinque ore ed è riuscito. L’uomo è attualmente ricoverato nel reparto di Nefrologia universitaria. Anestesista il dott. Gobbi, dell’équipe del dott. Donadio; chirughi dott. Omidreza Sedigh (Urologia universitaria diretta dal professor Paolo Gontero), dott. Aldo Verri e dot.ssa Caterina Tallia (Chirugia vascolare ospedaliera diretta dal dottor Maurizio Merlo). Reparto di Nefrologia diretto dal prof. Luigi Biancone.

Info: Molinette Torino, trapianto di rene su paziente sveglio 

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento