Lazio, Ifo, Inps, semplificazione pratiche invalidità pazienti oncologici

0

ROMA- È stato firmato da Regione Lazio, Ifo e Inps un protocollo d’intesa per la semplificazione delle pratiche di invalidità dei pazienti oncologici. Protocollo sperimentale di 18 mesi che verrà attuato inzialmente presso gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri per poi essere esteso alle altre strutture oncologiche regionali.

La procedura sperimentale dovrà permettere di velocizzare gli adempimenti e si baserà sull’attivazione immediata della pratica presso l’Inps da parte dell’oncologo al momento della diagnosi. Utilizzando poi il certificato oncologico introduttivo che verrà stilato durante il ricovero o le cure.

Queste tutte le novità dell’iter sperimentale elencate dalla Regione Lazio:

  • “Sarà il medico ad avviare le pratiche di invalidità. Grazie a questo nuovo processo, inoltre, il certificato di invalidità non avrà più un costo perché prima bisognava passare dal medico di base pagando una tariffa dai 60 ai 100 euro.
  • Tempi più veloci: l’Inps garantisce tempi certi e più veloci con la scomparsa dei verbali cartacei e la digitalizzazione delle procedure. E poi scompare qualsiasi forma di discrezionalità perché si standardizzano le procedure e non ci saranno valutazioni diverse da quelle medico-scientifiche.
  • Un modello che sarà esportato anche nel resto della regione: la scelta di partire con due partner come Inps e Ifo risponde ad una logica di efficienza e di valorizzazione. Il Lazio è la prima Regione in Italia ad avviare una procedura del genere”.

Info: Regione Lazio, più semplici pratiche invalidità pazienti oncologici 

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento