105.472 residenti in meno nel 2017, dati Istat bilancio demografico nazionale

0

ROMA – 60.483.973 residenti in Italia nel 2017, calo di 105.472 unità rispetto all’anno precedente, 15mila nati in meno, continua il trend negativo iniziato nel 2008. Sono alcuni dei dati pubblicati da Istat nel rapporto Bilancio demografico nazionale – Anno 2017.

Dei 60.483.973 di residenti 16.095.306 (26,6%) si trovano nel Nord-Ovest, 14.022.596 (23,2%) al Sud, Centro 12.050.054 (19,9%), 11.640.852 Nord-Est (19,3%), 6.675.165 Isole (11%). Più di 5 milioni i residenti di cittadinanza straniera, ovvero 8,5% del totale e il calo di 105.472 unità tra il 2017 e il 2016 deriva dalla compensazione tra la flessione di persone con cittadinanza italiana pari a -202.884 e l’aumento di cittadini stranieri, + 97.412. 34mila decessi in più nel 2017 rispetto al 2016, -15mila nascite, 458.151 nati nel 2017, 68mila i cittadini di origine straniera che rappresentano quindi il 14,8% del totale.

Flussi con l’estero, migrazioni. “Il movimento naturale della popolazione ha registrato un saldo (nati meno morti) negativo per quasi 200 mila unità. Il saldo naturale è positivo per i cittadini stranieri (quasi 61 mila unità), mentre per i residenti italiani il deficit è molto ampio e pari a 251.537 unità”.

343mila le iscrizioni dall’estero (300mila nel 2016), 144mila le cancellazioni per l’estero chieste da italiani e naturalizzati, 40mila da cittadini stranieri. 146mila le acquisizioni di cittadinanza, -37,5% rispetto al 2016.

Circa 200 le nazionalità residenti attualmente in Italia. Le più presenti: Romania 1.190.091 persone, Albania 440.465, Marocco 416.531, Cina, Rep.Popolare 290.681, Ucraina 237.047, Filippine 167.859.

Info: Istat Bilancio demografico nazionale – Anno 2017

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento