West Nile, Piano nazionale integrato di sorveglianza Ministero Salute

0

West nile. È stata pubblicata dal Ministero della Salute una nuova nota con dati e indicazioni per la prevenzione riguardante virus West Nile e Usutu. Nota che accompagna la pubblicazione del Piano nazionale integrato di sorveglianza e risposta ai virus West Nile e Usutu – 2019.

Nel 2018 le infezioni sull’uomo in Italia sono state 595, 238 in forma neuro invasiva di cui 237 autoctone e che hanno interessato sei regioni: Veneto, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Sardegna, Friuli-Venezia Giulia. La circolazione tramite vettore di questo virus è in aumento in molti altri Paesi dell’Europa centro meridionale e per quanto riguarda l’ambito veterinario coinvolge solitamente zanzare, uccelli e cavalli. Nelle seguenti regioni: Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia, Sardegna, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Lazio, Basilicata e Puglia.

Così l’introduzione del Piano, che spiega nei primi paragrafi i virus citati:

“Il virus West Nile (WNV) è stato segnalato in Europa a partire dal 1958 ed è il virus appartenente al genere Flavivirus più diffuso al mondo. Le persone e gli equidi sono ospiti a fondo cieco e l’infezione da WNV decorre in
maniera asintomatica nella maggior parte dei casi. Tuttavia nelle categorie a rischio (età avanzata e/o soggetti immunocompromessi) l’infezione può manifestarsi con sintomi neurologici talvolta letali. Meno noto del WNV, il virus Usutu (USUV), anch’esso appartenente al genere Flavivirus, è stato invece osservato per la prima volta in Europa nel 1996. La sua comparsa ha determinato mortalità significativa tra le popolazioni di merli e altre specie aviarie in Italia e, successivamente, in altri paesi europei. Entrambi i virus possono passare dalle popolazioni aviarie ai mammiferi, esseri umani inclusi, attraverso i cosiddetti vettoriponte, ovvero specie di zanzare che compiono il pasto sia sugli uccelli che sui mammiferi”.

La zanzara è quindi il vettore e i focolai sono generalmente zone di ristagno dell’acqua. La prevenzione come segnalato dal Ministero passa quindi attraverso manutenzione pulizia drenaggio delle aree pubbliche e delle aree verdi. Risanamento ambientale.

Controllo dei vettori, informazioni per la prevenzione delle punture in particolare destinate ai soggetti a rischio.

Info: Ministero Salute prevenzione West Nile e Usutu, Piano 2019

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Lascia un Commento