Ricoveri ospedalieri in Italia nel 2015, il rapporto del Ministero della Salute

0

ROMA – Diminuzione del 2,3% delle dimissioni per Acuti, Riabilitazione e Lungodegenza, -0,9% del volume complessivo delle giornate. È stato pubblicato dal Ministero della Salute il Rapporto annuale sull’attività di ricovero ospedaliero (Dati SDO 2015), rapporto sui ricoveri e cura per acuti, prestazioni erogate sia dagli ospedali pubblici che quelli privati.

Per quanto riguarda le attività Acuti in regime diurno riduzioni del 5,7% delle dimissioni rispetto al 2014, 5,3% accessi, -1,4% dimissioni Acuti regime ordinario, -0,6% giornate di ricovero; Riabilitazione regime diurno -2.2% dimissioni, -2,8% accessi. +1,1% Riabilitazione ordinario, e +0,6% volume di giornate.

Tasso di ospedalizzazione. Dimissioni Acuti ridotte dal 2015 al 2014 da 134,3 a 129,9 per 1.000 abitanti, delle quali 97×1000 in Regime ordinario (99,3 nel 2014), 32,9 diurno (35 nel 2014). Rispetto al 2010 tasso di ospedalizzazione per Acuti in regime ordinario sceso a 97 nel 2015 rispetto 115,8; diurno a 32,9 rispetto ai 4,8×1000 nel 2010.

Mobilità regionale. Le percentuali rispetto al 2014 sono pressoché invariate con 8% Acuti ordinario e diurno, 15% riabilitazione ordinario, 10% riabilitazione diurno, 5% lungodegenza.

Sul piano economico, scesa a 28,8 miliardi nel 2015 la remunerazione teorica che nel 2010 era a 30,9 miliardi e nel 2014 dello 0,2% in più. Dei 28, 8 miliardi 26,3 per Acuti, 2,1 Riabilitazione, 447,7 milioni Lungodegenza. Per quanto riguarda i ricoveri per DRG, (Raggruppamenti omogenei di diagnosi) e il rapporto con l’appropriatezza prescrittiva in regime di ricovero ordinario “si osserva un aumento della percentuale di regime diurno in 40 dei 108 DRG a rischio inappropriatezza; inoltre, fra i restanti 68 DRG, ulteriori 56 DRG, pur presentando una quota di Regime diurno inferiore rispetto al 2014, sono caratterizzati da una riduzione del volume di ricoveri ordinari: in media la riduzione osservata è pari a 6%; infine, si può osservare che 100 DRG mostrano una riduzione del numero totale di ricoveri erogati rispetto all’anno precedente”. Miglioramento dell’appropriatezza e significativa deospedalizzazione tra i 108 DRG dei Lea.

Info: Ministero Salute, rapporto ricoveri ospedalieri SDO 2015

la tua pubblicità qui
Condividi.

Sull'Autore

Comments are closed.